• Sei il visitatore n° 871009

Eventi della prossima settimana

Mignon D'Essai
Quasi nemici...
Dal 16/11 al 20/11
Mignon & Ragazzi
Piccoli Brividi 2: I Fantasmi di Halloween
Dal 02/12 al 02/12

Trailer

Scheda film: La casa dei libri

Titolo: La casa dei libri

Genere: Drammatico

Durata: 113 minuti

Regia: Isabel Coixet

Attori: Emily Mortimer, Patricia Clarkson, Bill Nighy, James Lance, Honor Kneafsey, Frances Barber, Michael Fitzgerald, Reg Wilson, Hunter Tremayne

Paese: Gran Bretagna, Spagna, Germania

Anno: 2018

Trama La casa dei libri, il film diretto da Isabel Coixet, è ambientato nel 1959 e segue la storia di Florence Green (Emily Mortimer), una vedova dallo spirito libero, che decide di lasciarsi alle spalle il dolore per la perdita del marito e aprire la prima libreria della sonnolenta cittadina costiera di Hardborough, in Inghilterra. Sfidando la mentalità bigotta della gente, inizia a provocare il risveglio culturale del posto vendendo anche romanzi che generano scandalo. Troverà un alleato nella figura di Mr. Brundish (Bill Nighy), ma anche valenti oppositori come la signora Gamart (Patricia Clarkson).
Proiezioni

Mercoledì, 31/10/2018
21:30

Giovedì, 01/11/2018
21:00

Premi della critica

Recensioni della critica

CRITICA DI LA CASA DEI LIBRI : Un libro non è un oggetto qualsiasi. A differenza di altre cose, ha spesso una valenza rivoluzionaria: chi legge pensa, assimila, ragiona e si forma un pensiero critico. Da sempre, dunque, la cultura è vista come una minaccia da parte di chi ha un interesse particolare a che il popolo rimanga ignorante e sottomesso. Una di queste storie è raccontata, sulla scorta di un romanzo semi autobiografico di Penelope Fitzgerald, nel film di Isabel Coixet, che vede una vedova appassionata di lettura, osteggiata nella sua attività di proprietaria di una libreria, in una rigida e classista cittadina costiera inglese del 1959. Una storia sulla carta molto bella e ben recitata, a cui la regia, in apparenza più interessata a restituire il freddo morale e materiale del luogo che le passioni umane che lo abitano, non rende totalmente giustizia. Lavorando per sottrazione di toni e di colori, la regista finisce per togliere anche il giusto pathos a una vicenda che da commedia si fa dramma e inattesa tragedia. (Daniela Catelli - Comingsoon.it)