Deprecated: mysql_connect(): The mysql extension is deprecated and will be removed in the future: use mysqli or PDO instead in /var/www/vhosts/cinemamignon.it/httpdocs/connessione.php.inc on line 8
Cinema Mignon C.S.C.
  • Sei il visitatore n°
    Notice: A session had already been started - ignoring session_start() in /var/www/vhosts/cinemamignon.it/httpdocs/stats/visitor_counter.php on line 10
    1.836.704

Prossimi eventi

Mignon D'Essai
Mignon & Ragazzi

Trailer
News

Stagione Estiva in Via Giro delle Mura a Montelupo Fiorentino

Cinema, Teatro, Danza da Giugno a Settembre 2021

Per Info www.montelupodifuori.it

Scheda film: Un altro giro

Titolo: Un altro giro

Genere: Drammatico

Durata: 115 minuti

Regia: Thomas Vinterberg

Attori: Mads Mikkelsen, Thomas Bo Larsen, Lars Ranthe, Magnus Millang, Maria Bonnevie, Susse Wold, Helene Reingaard Neumann

Paese: Danimarca

Anno: 2020

Trama Un altro giro, film diretto da Thomas Vinterberg, racconta la storia di Martin (Mads Mikkelsen) e alcuni suoi amici, tutti insegnanti demotivati e annoiati, che affidandosi alla teoria secondo cui ogni essere umano nasce con una minima quantità di alcol in corpo, decidono di iniziare un esperimento. I quattro sono convinti che assumendo bevande alcoliche, fino a mantenere un stato di leggera ebbrezza durante tutte le ore lavorative, la mente umana possa riuscire a raggiungere stati percettivi che incrementino la creatività del genio. Ad avvalorare la loro tesi hanno anche un dato storico: Churchill vinse la Seconda guerra mondiale perennemente ubriaco. I primi riscontri sono davvero positivi e rendono così entusiasta il gruppo di amici, che i quattro decidono di fare del loro esperimento un vero progetto accademico. Peccato che esagerare con gli alcolici può portare a conseguenze inaspettate...
Proiezioni

Giovedì, 26/08/2021
21:30

Premi della critica

Recensioni della critica

Cosa fareste se vi dicessero che una piccola quantità di alcol nel sangue risolverebbe, in parte, i vostri problemi? La storia del film prende il via proprio da questa bizzarra teoria: una moderata ebbrezza e un controllato tasso alcolemico nelle vene spalancherebbero le nostre menti, aumentando la nostra creatività e scacciando via i drammi della vita. Quattro amici intorno ai 50 anni ne sono convinti e ad avvalorare la loro tesi hanno anche un dato storico, secondi cui Churchill vinse la Seconda Guerra Mondiale perennemente ubriaco. I primi riscontri sono positivi, tanto che i quattro decidono di fare del loro esperimento un vero progetto accademico. Non tardano però a scoprire il rovescio della medaglia.