REGIA: Tim Burton

GENERE: Animazione

ATTORI:

PAESE: USA

ANNO: 2012

DURATA: 87 Minuti

Riconoscimenti

Il totale voti inviati per questo film è 47
La media dei voti è 3

Il tuo voto:

Dopo la morte del suo amato cane Sparky investito da una macchina, il giovane Victor sfrutta il potere della scienza per riportarlo alla vita. Victor cerca di tenere nascosta la sua creazione, ma lo Sparky redivivo viene con terrore scoperto dai vicini di casa. Anche i genitori di Victor sono all’oscuro di quanto è accaduto al cane. Il ragazzo deve allora convincere tutti che, nonostante il suo sinistro aspetto, Sparky è il buon amico fedele di sempre.

USCITA IN ITALIA 18 Gennaio 2013

Distillato puro dell"arte filmica di Tim Burton questo lungometraggio incentrato sulla storia di Victor e del suo cane Sparky cui lo stesso regista aveva già dedicato un corto con attori in carne ed ossa quasi trenta anni fa. Liberissimamente ispirandosi alla storia di Frankenstein e molto più alla sua visione eccentrica della vita Burton realizza uno stop motion emozionante e visionario, ricco di personaggi surreali e poetici, facendoci scivolare dolcemente in un lieto fine di grande tenerezza. Victor Frankenstein è un ragazzino solitario, appassionato di scienza e affezionatissimo al proprio cane Sparky. A scuola è circondato da compagni che formano la compagnia di freaks più eterogenea e simpatica del già vasto campionario bartoniano e adora il suo insegnante di scienze, il professor Rzykruski, fattezze alla Vincent Price e voce di Martin Landau in originale, che viene osteggiato dalla reazionaria comunità di New Holland neanche fosse il peggior eretico del medioevo. Dopo che Sparky è stato investito ed ucciso da una macchina Victor, memore delle lezioni del professor Rzykruski, tenta di riportare in vita il cagnolino con elettricità dei fulmini. Esperimento riuscito, ma i compagni invidiosi tentato di resuscitare altri animali dando vita a mostruose creature che semineranno il panico durante la festa del paese, voluta da un sindaco tanto gretto quanto fisicamente somigliante ad uno Shrek accigliato. Divertente, commovente, ricco di spunti e di trovate registiche , forte di una sceneggiatura puntale quanto originale pur nella rilettura di un classico, Frankenweenie ha il suo punto di forza nella caratterizzazione dei personaggi, dal bambino con pochi amici Victor all"amichetta dark Elsa, nipote del sindaco e padroncina di una barboncina acconciata come la moglie di Frankenstein nel omonimo film. I comprimari sono tutti perfettamente congeniali a ricreare atmosfera un po incantata un po funesta che accompagna da sempre le migliori opere di Burton e il bianco e nero conferisce al tutto un sapore retrò - l"ambientazione è come sempre atemporale ma vagamente Anni Cinquanta - con il risultato di regalarci un ennesimo piccolo grande capolavoro di tecnica ed emozione fuse dal cuore folle di Burton che fa enunciare al professor Rzykruski quella che probabilmente è la sua stessa fede e cioè che la scienza - e forse per Burton anche il cinema, e la vita - si realizza con la mente ma anche con il cuore, perchè solo con la mente si dà vita unicamente a dei mostri. E a Burton, come anche a noi, piacciono solo i mostri umani e dolcissimi che animano le sue pellicole. - MYMOVIES

ORARIO SPETTACOLI


Domenica, 10/02/2013 - Ore 15:30, 17:30

Prossimo
film

Virgin Mountain

AAA

Cercasi volontari